Beauty

Inestetismi della pelle? Ecco come risolverli

Gli inestetismi cutanei non sono altro che le reazioni naturali della parte più esposta ed evidente del nostro corpo tanto agli assalti interni, che a quelli esterni. Tra le reazioni più comuni ci sono i brufoli, le macchie, la pelle secca, le squame, la cellulite, l’acne. Quasi tutte le donne sperimentano questo tipo di problema almeno una volta nella vita. Oggi vi voglio presentare un rimedio molto efficace per trattare questi piccoli ma fastidiosi inestetismi che ci creano tanti disagi: l’acido salicilico. Cerchiamo allora di capire cos’è e in che modo agisce per contrastare gli inestetismi della pelle.

Acido salicilico: cos’è e come agisce sugli inestetismi

L’acido salicilico deriva dalla pianta arborea del salice, nota fin dall’antichità per le sue proprietà curative.  Dall’estratto di questa pianta è possibile ricavare un acido con proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti. Ciò permette di usare l’acido salicilico sulla pelle in diversi modi, come qui spiegato: contro calli e verruche, oltre a funzionare altrettanto bene contro acne e comedoni. Ma il suo uso, oggi, si estende anche ad altri trattamenti, come quelli per la dermo-purificazione del viso, o per la pulizia profonda della cute, o ancora per rimuovere il trucco e i residui sottocutanei. Si tratta di un esfoliante tanto delicato quanto efficace, soprattutto quando la pelle è facilmente soggetta a sviluppare brufoli e acne. Vediamo come si usa.

Come si usa l’acido salicilico

L’acido salicilico applicato come crema in bassa concentrazione sulla parte esterna della pelle fa cadere le cellule morte, riattivando la nascita delle nuove cellule superficiali. Messo in corrispondenza di piccole ferite e tagli, agisce da disinfettante a livello batterico e come lenitivo sulla pelle abrasa. Ed alcuni prodotti, con una concentrazione un po’ più alta, sono efficaci anche contro duroni e calli. Ma, in caso di concentrazione di acido salicilico più elevata, la cura va effettuata da un medico competente presso un centro autorizzato e per un numero limitato di trattamenti. Infatti, l’acido salicilico, è abbastanza potente, e va usato con le dovute precauzioni.

Precauzioni e possibili effetti indesiderati

Quando si usa una crema, a base di acido salicilico, è sconsigliata l’esposizione ai raggi solari, a meno di non usare un filtro a largo spettro UVA+UVB, e a protezione massima. Le applicazioni devono essere eseguite, in maniera attenta e precisa, seguendo le istruzioni dello specialista, o, ancora meglio, lasciare che se ne occupi un esperto. Il suo uso può creare delle macchie localizzate, che spariscono da sole dopo qualche giorno. Altra attenzione da porre è per le eventuali allergie ai salicilati, facili da individuare se si è già intolleranti alle aspirine. In questo caso non si deve usare nessuna crema a base di acido salicilico, perché si rischiano effetti collaterali indesiderabili, come orticaria, bruciori o macchie permanenti.

Per concludere possiamo affermare che, adottando le dovute precauzioni e seguendo i consigli di uno specialista, grazie ai prodotti a base di acido salicilico si possono limitare, quando non eliminare, anche gli inestetismi più evidenti, restituendo alla pelle il suo aspetto naturalmente smagliante.