Beauty

Prepariamoci all’estate: abbronzarsi sì, ma con moderazione

È arrivato il momento di monitorare con attenzione il nostro calendario: ogni settimana che passa, è una settimana che ci divide dall’estate oramai prossima.

Il sole, già da giorni, è tornato ad essere una componente fondamentale delle nostre giornate: lo guardiamo, e cominciamo a pregustare il momento che dedicheremo alle tintarelle estive. Questi pochi mesi che ci separano dall’estate, però, possono essere utilizzati per raccogliere un po’ di informazioni utili: va bene esporsi ai raggi del sole e trasformare la nostra pelle in un vello bronzeo, ma non bisogna mai esagerare. Ecco perché oggi scopriremo alcuni consigli utilissimi per abbronzarci, ma con moderazione.

Qual è la dieta per favorire l’abbronzatura?

È possibile preparare il terreno e favorire l’abbronzatura sin da subito, partendo non dalle creme ma dalla tavola: esistono infatti dei cibi che possono aiutarci tanto in questa fase, perché ricchi di vitamine e perché in grado di stimolare la produzione di melanina. Quali sono, dunque, i cibi pro-abbronzatura? In primo luogo la frutta: i kiwi sono eccezionali, così come le angurie e i frutti di bosco. Si tratta di “super food” che sanno anche come idratare ed elasticizzare la nostra pelle, aiutandoci a prevenire le rughe solari. Anche le arance sono consigliatissime per curare l’abbronzatura, perché abbondano di vitamina C ed E. Poi, se parliamo di alimenti capaci di favorire questo aspetto, non potremmo non citare le carote: in assoluto il cibo migliore per stimolare la produzione di melanina.

Come proteggere la pelle dal sole?

Non bastano il menu e la tavola per poter vantare un’abbronzatura da urlo: bisogna infatti curare la pelle e proteggerla dal sole, per evitare problemi quali la secchezza della cute e la disidratazione. Come possiamo schermare la nostra pelle dai raggi UV? Usando ad esempio i prodotti di Lichtena, che propone una gamma di solari per pelli intolleranti formulati per proteggere al meglio la pelle sensibile. Questi prodotti sono ottimi, in quanto vi aiuteranno ad evitare scottature ed eritemi solari: incidenti di percorso devastanti per la bellezza dell’abbronzatura.

Abbronzarsi? Meglio non esagerare

Il sole, da qualsiasi lato lo si guardi, fa comunque male alla pelle: i raggi ultravioletti possono infatti provocare melanomi e tumori della pelle vari ed eventuali. Questo significa che è sempre meglio andarci caute, quando si tratta di esporci al sole, evitando le fasce orarie più calde e cadenzando le tintarelle. Inoltre, essere abbronzate non va nemmeno più di moda: è la tendenza della “pelle come la luna”, resa splendida e lucente dagli incarnati latteiperché adeguatamente protetti. Si tratta di un trend che nasce dagli ideali di bellezza asiatici, che sta cominciando a spopolare anche in Europa e in Italia: dopo il boom delle abbronzature eccessivamente forti degli anni passatiadesso pare che sia arrivato il momento di concederci una pausa (non dal mare ma dalle scottature) e dare più importanza alla protezione della pelle.