Travel

Un weekend a Copenaghen: cosa vedere e dove mangiare?

Copenhagen è meravigliosamente colorata! Piena di caffetterie, negozi e ristoranti scandinavi, le sue vie, i palazzi reali della città vecchia, il Tivoli, la Sirenetta e le attrazioni del luogo, creano una fusione perfetta tra nuovo e vecchio mondo, caratteristiche che contraddistingue la città. Detta una delle capitali più bike-friendly, più gay friendly e più attenta all’ambiente d’Europa, lascia tutti i suoi turisti a bocca aperta…

_MG_7729

Io ci sono stata quest’inverno, per un weekend con VisitDenmark e Trollbeads. Tre giorni è una durata di viaggio ideale per visitare questa città. Posso dire di essere riuscita a vedere tutte le attrazioni ed i posti più importanti e noti della capitale della Danimarca e nonostante il tempo non fosse dalla mai parte (ha piovuto quasi sempre) sono rimasta affascinata da questa piccola, ma cosmopolita città. Purtroppo, le uniche cose che non sono riuscita a fare sono state andare in giro in bici, causa pioggia, e visitare i Giardini di Tivoli, che nel periodo invernale sono chiusi.

tivoli

Appena arrivata in hotel, grazie a VisitDenmark, ho trovato un kit-guida che ha semplificato il lavoro di pianificazione del mio tour della città, dandomi tanti utili consigli su cosa vedere e dove mangiare.

Ma ora credo sia arrivato il momento di raccontarvi le tappe di questo viaggio!

_MG_7716

 

Vesterbro:

è il quartiere dove ho soggiornato. In passato è stato un quartiere a luci rosse, oggi invece è un’area emergente che vanta la presenza di bar e ristoranti eccellenti.

_MG_7735

Strøget:

Il moi tour è iniziato con una passeggiata lungo Strøget, la strada commerciale pedonale più lunga del mondo. Strøget è il cuore pulsante della città, inizia dalla stazione di Nørreport per finire alla piazza del Municipio (Rådhuspladsen) ed è piena di edifici storici e attrazioni, oltre naturalmente che di negozi!

_MG_7724_MG_7753

Nyhavn:

camminando camminando sono arrivata a Nyhavn, antico porto di Copenaghen che si trova al centro della città. E’ un iconico canale costeggiato da casette colorate, sempre pieno di turisti, lungo il quale sono presenti caffè e locali di ogni genere e dove partono le imbarcazioni turistiche che permettono la visita dei numerosi canali della città. Qui mi sono sbizzarrita a fare fotografie! Malgrado non ci fosse il sole, quelle casine colorate hanno rapito il mio cuore… mi sembrava di essere in una fiaba!

nyhavn_2_nyhavnnyhavn_1

Amalienborg & Marmor Kirke:

Proprio vicino a Kongens Nytorv (la Piazza del Re)  si trova la residenza invernale della Famiglia Reale Danese, il palazzo di Amalienborg. L’edificio è costituito da quattro palazzine che si affacciano su una piazza, dove ogni giorno alle 12 ci è il cambio della guardia. Andando poi diritto, attraversando la strada davanti ad Amalienborg, ci si ritrova davanti Marmor Kirke (la Chiesa di Marmo), la più grande chiesa dotata di cupola della Scandinavia.

amalieborgmarmorkirken

Design Museum:

Girando a destra, a pochi metri di distanza, lungo la strada c’è il Design Museum . Qui ci si può immergere tra i pezzi di arredamento del design danese del XX secolo. Si tratta della più grande esposizione di questo genere in Danimarca e comprende grandi nomi come Kaare Klint, Poul Henningsen e Arne Jacobsen. design_museum

Kastellet:

Avete mai visto un parco a forma di stella? Kastellet è una cittadella militare, un’antica fortificazione che si presenta attorniata da un fossato a forma di stella nei pressi della Sirenetta. Una piacevole passeggiata (gratuita) nel verde, tra mura fortificate, ponticelli ed antichi mulini a vento.

kastellet_1Kastellet_2kastellet_3

The Little Mermaid:

Sicuramente conoscete la famosa Sirenetta di Copenaghen, una delle più famose attrazioni turistiche della Danimarca che dal 1913 accoglie i viaggiatori al porto di Copenaghen. La statua in bronzo rimanda alla protagonista della celebre favola scritta nel 1837 dallo scrittore danese Hans Christian Andersen: la storia della sirena infelice che sogna di poter camminare sulla terra ferma per raggiungere l’uomo di cui si è innamorata, sacrificando così la sua vita nel mare.

La_sirenettaSchermata 2016-05-30 alle 17.55.29

The Round Tower:

detta anche Rundetaarn, costituiva la prima sezione del complesso edilizio della Trinità, il quale avrebbe riunito in sé tre fra le strutture più rilevanti per gli studiosi seicenteschi: l’osservatorio astronomico, la chiesa degli studenti e la biblioteca universitaria. Per accedere alla piattaforma panoramica si passa per una rampa elicoidale unica nel suo genere, che si snoda per 209 metri intorno al pilastro centrale, internamente vuoto. Salendo si accede alla biblioteca che ospita per tutto l’anno esposizioni temporanee e altri eventi culturali. In cima alla torre si gode di una vista della città a 360°. Vi è un cannocchiale astronomico utilizzabile da chiunque desideri osservare le stelle.

_MG_7754rundertaan_1rundetaarn_2_MG_7796

Rosenborg Castle:

Il Castello di Rosenborg si trova in centro città, nel cuore dei Giardini del Re, da oltre 400 anni. Caratterizzato da alte torri e dalla sua muratura in pietra arenaria rossa, custodisce i Gioielli della Corona e disposti nelle 24 sale.

 

palazzo_reale_copenhagen

Christiania:

Più che un quartiere, Christiania è uno stile di vita. Un miscuglio di magazzini, baracche, case, murales colorati e sculture all’aperto. I turisti possono passeggiare per le sue strade liberi di fermarsi a mangiare e bere nei bar, ristoranti e caffetterie della zona.

Christiania è sempre stata un’area controversa e discussa, anche per la questione dello spaccio di droghe leggere. La polizia infatti non ha libero accesso a Christiania, perció importante seguire le indicazioni dei cartelli Do’s and Don’t (cosa si può e cosa non si può fare) posti all’ingresso. Tra i divieti: correre, parlare al cellulare e in particolare non è consentito scattare fotografie all’interno del quartiere.

Entrée_de_Christiania

DOVE MANGIARE A COPENHAGEN?

Ed infine vi consiglio questi posticini in centro a Copenaghen, dove mi sono fermata per pranzo/merenda/cena ed ho mangiato davvero bene!

food_cph

  • MOTHER: un ristorante italiano, molto carino, non lontano dalla stazione. Bell’arredamento e buona la pizza. I prodotti utilizzati sono tutti italiani, quindi di alta qualità.
  • TASTE: ristorante/bakery con una favolosa esposizione di torte molto invitanti. Il posto è arredato molto bene ed è davvero accogliente. Buoni sia i piatti salati che quelli dolci. Io qui ho preso una zuppa calda e un omelette con insalata.
  • KATZ CAFE: lo consiglio per fare brunch oppure se girando per la città si è fatto tardi e quindi dovete pranzare tipo alle quattro di pomeriggio. Buoni gli hamburger e i piatti mix dolce/salato.
  • RESTAURANT PUK: ideale per assaggiare la cucina locale. I piatti sono particolari (non economicissimi), per lo più a base di carne. Vi consiglio di prenotare perché è difficile trovare posto.